«Rock Show» di Ruggeri sul palco di Arenzano

Posted on August 23, 2008. Filed under: news su internet | Tags: , , , , , , |

Domenica prossima appuntamento da non perdere nell’ambito di Palco sul Mare Festival 2008, kermesse estiva di musica e cabaret promossa dall’Assessorato al Turismo della Provincia di Genova. Per questa occasione, il palco dalle grandi torri gialle, che caratterizzano quest’anno il Festival, sarà posizionato nell’area spettacoli di Piazza Rodocanachi ad Arenzano. Il concerto, che avrà inizio alle ore 22 sarà, come di consueto, ad ingresso gratuito. Arenzano, località new-entry di quest’anno tra i Comuni che compongono la rosa di Palco sul Mare Festival, la serata di musica italiana è stata affidata ad un veterano del Festival, Enrico Ruggeri, un artista che nelle sue precedenti partecipazioni ha sempre riscosso consensi entusiasti, un nome che è una garanzia di ottima musica e di grande spettacolo. Proprio quest’anno «Rouge» ha festeggiato i 30 anni di carriera e lo ha fatto con un album di inediti, «Rock Show», in cui racconta la sua vita di artista sempre «on the road» ed il suo ruolo di personaggio pubblico che lo accompagna in un intreccio inscindibile con le sue vicende e le sue emozioni di uomo.Trent’anni di musica tra punk, pop e rock, ventisei album, centinaia di canzoni, portate al successo anche dai migliori interpreti italiani, cinque libri e tre edizioni del programma televisivo «Il Bivio» da lui condotto su Italia1. Al di là di questi numeri, ciò che fa di Enrico Ruggeri un grande artista sono la personalità originale ed audace, il gusto di stupire e precorrere i tempi e le mode musicali, la facilità nel passare dal romanticismo più intenso al rock più energico, la capacità di coniugare musiche accattivanti a testi profondi e geniali.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=284972

Advertisements
Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Il Comune manda a letto la «Movida» all’una di notte

Posted on August 2, 2008. Filed under: nbc news | Tags: , , , , , , , , , |

L’una di notte: è questo il nuovo termine posto dal Comune di Genova alla movida. «Cerchiamo di rispettare le esigenze di tutte le generazioni di genovesi», ha detto l’assessore Gianfranco Tiezzi presentando la regolamentazione che è stata imposta agli esercizi commerciali: la chiusura alle due riguarda i pubblici esercizi, compresi circoli, phone center, alimentari da asporto. Nel centro storico, in particolare, il termine di chiusura dei locali è fissato all’una, fatta eccezione per le sere di venerdì e sabato. Il divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro e metallo dalle ore 22 alle 6 del mattino è stato inoltre esteso a tutta la città. L’ordinanza vivrà un primo periodo di sperimentazione e diventerà pienamente operativa a partire dal primo ottobre: dopo cinque sanzioni nell’arco di 12 mesi è prevista la revoca della licenza.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280488

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Boom di rimandati, la scuola chiede ripetizioni ai parroci

Posted on July 30, 2008. Filed under: news su internet | Tags: , , , , , , , , |

Chiedere aiuto alle parrocchie per non lasciare soli i ragazzi nel recupero delle materie scolastiche. Questa l’iniziativa del preside dell’istituto «Deambrosis-Natta» di Sestri Levante, Ainino Cabona, che preso atto delle difficoltà degli istituti a consentire un completo recupero delle lacune degli studenti, ha scritto alle parrocchie della diocesi di Chiavari. L’obiettivo? Trovare un folto gruppo di giovani volenterosi e bravi a scuola che possano dare una mano ai coetanei in difficoltà nello studio delle materie oggetto degli esami di riparazione, per sanare le insufficienze e scongiurare la bocciatura. Già, perché da quest’anno gli istituti aspettano al varco gli studenti a settembre, stabilendo solo nel corso degli esami se i debiti sono stati recuperati con la promozione alla classe successiva, oppure se il permanere delle incertezze debba portare alla spiacevole rimandatura.Quando la scuola da sola non ce la fa, ecco allora che arrivano in soccorso le parrocchie. «Gli istituti – spiega Cabona – hanno organizzato i corsi all’incirca fino alla metà di luglio, come da direttive ministeriali. Ma gli esami si terranno a ridosso di settembre, quindi i ragazzi per oltre un mese vengono lasciati soli». Una solitudine che dovrà essere colmata in molti casi dalle famiglie, ricorrendo alle ripetizioni private. I corsi, vuoi per la quantità degli studenti che li devono frequentare, vuoi per l’esiguo numero di ore che è stato possibile programmare, si rivelano insufficienti.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279750

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Polvere di stelle sotto la Madonnina

Posted on July 30, 2008. Filed under: notizie milano | Tags: , , , , , |

U n bel settembre attende i cinefili e in genere gli amanti del cinema a Milano. L’Assessorato al Tempo Libero del Comune, infatti, in collaborazione con le diverse realtà cittadine, ha deciso di incasellare le diverse iniziative (festival, rassegne, eventi e così via) sbocciate in questi anni in maniera libera e piuttosto disorganica, in un unico contenitore, un’etichetta che da quest’anno andrà sotto il nome di «Milano Settembre Cinema».«L’idea che ci ha guidato nella costruzione del progetto – spiega l’assessore Giovanni Terzi – è stata quella di mettere in rete tutto quello che la città fa per il cinema e sul cinema, senza fanfare e tappeti rossi, ogni anno, in maniera concreta e pragmatica».L’anno scorso, sottolinea ancora Terzi, il progetto Festivall, vale a dire il «Festival di tutti i Festival», dei documentari ma non solo, aveva avuto «un discreto successo» e quindi si riparte da quell’esperienza. Nello specifico, il programma si dipanerà lungo tutto il mese, ruotando attorno a una serie di appuntamenti-cardine. In primis, la «Panoramica», vale a dire i film presentati tanto al Festival di Locarno quanto alla Mostra del cinema di Venezia. Non solo, quest’anno Milano Settembre Cinema presenterà due film presenti nel cartellone veneziano prima del passaggio nella «Panoramica». Chiusa quest’ultima, l’Anec Lombardia ha deciso di cavalcare l’onda dell’entusiasmo cinefilo varando, per il 15 e 16 settembre, una Festa del cinema che permetterà a tutti di entrare nelle sale convenzionate pagando solo 2 euro.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279714

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

La tragedia di Bergamo Uccide l’ex fidanzata e poi parte per le ferie

Posted on July 29, 2008. Filed under: nbc news | Tags: , , , , , , , , , , , |

nostro inviato a BergamoUn silenzio quasi irreale, di una città che sembra già chiusa per ferie. Le tapparelle serrate quasi ad ogni piano, il cancello sbarrato a proteggere il silenzio di un condominio colorato di un verde sbiadito. Né ricco né povero, ai limiti del centro, ma nemmeno in periferia, una manciata di palazzine,una sessantina di famiglie che ci vivono e si conoscono, sì ma non troppo. Via Pizzo Recastello numero 18, Bergamo bassa. Qui, scala C, in un appartamento uguale a tutti gli altri la scorsa notte la polizia ha trovato il cadavere di una ragazza.Aveva 27 anni, faceva la commessa all’Auchan, si chiamava Barbara Brandolini. Uccisa, morta soffocata, dice il medico legale. Era stesa sul letto, in casa dell’ex fidanzato. L’assassino l’ha coperta con un piumino, poi ha chiuso a chiave la porta della camera. Quante analogie, sembra di rivedere Meredith sgozzata nella sua casa di Perugia, anche lei nascosta sotto una coperta dal suo carnefice. Poi come non pensare al giallo d’estate – è il periodo – la mente torna a Chiara, a Garlasco, a tutto quel sangue e a un omicida ancora senza nome. Stavolta non ci sarà dei bisogno dei Ris, delle impronte, dei Taormina di turno o delle indagini tv: l’omicida ha già un nome e nonostante i due giorni di vantaggio sugli investigatori è finito in manette. Si chiama Massimiliano Pippia, ventitreenne senza né arte né parte, una vita in nome della canna e un assegno mensile da “invalido”.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279407

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Africa, strage di albini

Posted on July 29, 2008. Filed under: notizie news | Tags: , , , , , , , |

Si sapeva del cuore di cobra ancora pulsante, e di due dita del suo sangue, estratto dal rettile ancora vivo, usato come «mangia e bevi» dai cinesi di Taiwan che così pensano, o pensavano (chi scrive assistette alla scena in anni in cui il Viagra era di là da venire) di migliorare le proprie prestazioni sessuali. Un afrodisiaco, insomma. La pratica era orribile, ma nessuno, a quanto ci consta, si sognò mai di prendere le parti dei cobra.

La notizia che arriva dalla Tanzania, cuore dell’Africa nera, è ancora più atroce, e poiché in qualche modo ricorda la sorte dei cobra, ma ha a che fare col cannibalismo, vien voglia di pensare che sia una di quelle notizie che lievitano sulle pagine dei giornali d’estate, come un tempo le puntuali apparizioni del mostro di Lochness. A far la parte dei capri, in Tanzania sarebbero uomini e donne affetti da una bizzarra e piuttosto rara anomalia: l’albinismo. Anomalia ereditaria che consiste nella mancanza di pigmentazione melaninica nella pelle, nell’iride, nei peli e nei capelli. Ne sono affetti anche i neri, a giudicare dai 26 morti ammazzati nell’arco di un anno (lo riferisce la Bbc, radiotelevisione inglese) ai quali sono stati prelevati genitali, sangue, braccia, orecchie, e perfino unghie. Tutta roba indispensabile, secondo la locale confraternita di maghi, streghe e pitonesse, per la preparazione di unguenti e rosolii che pare siano un toccasana, un portento, per chi se li può permettere.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279410

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Un solitario che ha il coraggio di inventare

Posted on July 29, 2008. Filed under: notizie stampa | Tags: , , , , , , , |

Leonard Cohen è nato a Montreal il 21 settembre del 1934 da una famiglia ebrea. Ha esordito nel 1956 come poeta partecipando alla serie poetica «Let us compare mythologies». Il suo primo album è uscito l’anno successivo, ma si trattava di un «reading» di otto poesie. Il suo primo album è del 1967 e si intitola «Songs from Leonard Cohen. Da allora ne ha composti altri dieci (più due dal vivo), compreso l’ultimo «Dear Heather» del 2004. Il suo «Greatest hits» è stato definito da una rivista inglese come «L’album più deprimente di sempre». La sua principale collaborazione con il cinema è stata per «Assassini nati» di Oliver Stone al quale ha dato la sua splendida «The future», che è il tema principale del film. \

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279448

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

I successi di Zapatero hanno il trucco

Posted on July 28, 2008. Filed under: news italia | Tags: , , , , , |

Viva Zapatero: nel 2005 era solo un film di Sabina Guzzanti, ma da allora è diventato un comandamento e non hanno più smesso di gridarlo. Il premier della sponda giusta idolatrato come un nuovo Principe dalle capacità taumaturgiche. Superatissimo Tony Blair, obsoleto e rottamato perché troppo americano. Ultimamente soltanto Obama sta riuscendo a insidiare il primato del leader spagnolo nella speciale classifica pavoni. Ma deve ancora farsi. Sempre più enfasi, sempre più prostrazione, per Zapatero. Il suo modello ormai portato ad esempio planetario, al vago sapore di miracolo sociale. E lui, il Principe, ogni volta pronto a rimarcarlo. A farlo pesare. Ovviamente non ha mancato di farcelo notare, con quel suo sorrisino sarcastico da Mister Bean, pure all’indomani degli Europei di calcio: «Abbiamo sorpassato l’Italia, in tutto». È mancato il tiè, ma il faccino da capoclasse lo lasciava chiaramente intuire.Come tutti i Principi, ma anche come il caposcuola della propaganda nazionalista Joseph Goebbels, Zapatero fa un uso dello sport altamente propagandistico. Ne ha qualche motivo: i dati dell’economia non può più sventolarli sotto al naso di nessuno, anche perché tutti hanno compreso come fossero semplice conseguenza di una spaventosa bolla immobiliare. Sì, adesso che ha costruito più di qualunque altro Paese europeo, la Spagna s’è accorta improvvisamente di un fastidioso dettaglio: nessuno compra più case.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279206

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...