news italia

Belogi Fli a Zaffini Lega: la soluzione è l’accoglienza, non l’Esercito

Posted on February 3, 2012. Filed under: news italia | Tags: , , , |

SONDAGGIO Il Comune risparmia e cancella i fuochi di Capodanno È giusto tagliare spese superflue in tempi di crisiNon è giusto, i fuochi sono un simbolo di CapodannoPerché non togliere anche quelli di Ferragosto’OK, non mi interessano i fuochi di Capodanno, ma non toccate quelli estiviVoti: 120, Commenti: 0,

La stampa locale si è colorata, di recente, di una ‘comprensibilissima’ con cui il consigliere regionale leghista si propone di risvegliare il proprio elettorato a cui gli anni passati sulle poltrone della maggioranza di governo hanno regalato poco più delle quote latte agli allevatori padani e prevedibile in questo clima, e noi di Fli lo avevamo previsto, il riacutizzarsi della solita isteria populista che fa tanto ‘duri e puri’.

Non condividiamo nulla della nota a cui facciamo riferimento, che muove dalla padana volontà di riappropriarsi dei parcheggi, ritenendo che una risposta alla questione debba essere ricercata altrove, insieme a chi avrà la forza ed il coraggio di rimboccarsi le maniche per costruire un’Italia più giusta che sappia accogliere, insieme agli italiani da sempre, i nuovi italiani e coloro che, è la storia a raccontarcelo, migrano trascinati dalla ricerca di migliori condizioni di vita.

Poche righe, quasi scontate ma d’obbligo, quelle con cui prendiamo la debita distanza dal facile populismo di pochi, e qualcuno non perderà occasione per ricordarci la passata complicità con la concezione leghista di libertà ed uguaglianza, ma da quella strada Futuro e Libertà, si è discostato ed ha compiuto il suo percorso, con convinzione e non senza dolore, quindi ci riteniamo perfettamente in grado di poter rispondere alla questione avendo come faro il bene e la sicurezza dei cittadini, di tutti i cittadini.

Fonte:
http://www.viveresenigallia.it/index.php?page=articolo&articolo_id=330627

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Articoli correlati

Posted on January 7, 2012. Filed under: news italia | Tags: , |

Nella fabbrica di Trèmery la Psa ha inaugurato una linea di montaggio per i nuovi propulsori a 3 cilindri VTi.

Il (-) ha inaugurato nella fabbrica di Trèmery la linea di montaggio dei nuovi propulsori a tre cilindri VTi da 1.0 e 1.2 litri, destinati alla nuova e ad altri futuri modelli.

In piena era di downsizing, il gruppo Psa ha rivisto e ottimizzato i più piccoli motori a benzina promettendo una riduzione di consumi ed emissioni fino al 25% rispetto alle precedenti unità.
a

Lo stabilimento di Tremery potrà così raggiungere una produzione annua di 640.000 propulsori, creando 500 nuovi posti di lavoro.

Fonte:
http://www.quattroruote.it/notizie/industria/gruppo-psa-nascono-tre-nuovi-propulsori-a-benzina

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Home Mondo Obama revoca l’embargo Internet ai “nemici …

Posted on March 11, 2010. Filed under: news italia | Tags: , , , |

e Msn; i social network come Facebook e MySpace e Twitter; o anche i servizi di telefonia Voip come Skype, non dovranno rispettare l’embargo nei confronti di paesi come l’Iran, il Sudan e Cuba, in quanto strumenti di diffusione della democrazia.

Oggi, il Dipartimento del Tesoro Usa ha dato il via libera all’export di servizi internet verso i tre paesi, autorizzando le imprese internet a stelle e strisce, come per esempio i colossi Microsoft e Yahoo!, ad esportare servizi chat, instant messaging e di social network verso paesi colpiti da embargo per «garantire che le persone in questi paesi possano esercitare i propri diritti universali di libera espressione ed informazioni nella maniera più ampia possibile».

Come ha spiegato il vice segretario al Tesoro Neal Wolin, le nuove regole «renderanno più facile per i cittadini di Iran, Sudan e Cuba usare internet per comunicare tra di loro e verso il mondo esterno».

Nel suo appello alla trasparenza e la libertà per il web, la Clinton aveva in particolare chiesto alle autorità cinesi di avviare una inchiesta, «minuziosa» e «trasparente» sui recenti casi di pirateria osservati nel paese, in particolare contro il colosso del web Google, che aveva minacciato di andarsene anche a causa della censura.

Fonte:
http://www.unita.it/news/mondo/95954/obama_revoca_lembargo_internet_ai_nemici_iran_sudan_e_cuba

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Bio e «giusto»: ci guadagni se costa di più

Posted on March 11, 2010. Filed under: news italia | Tags: , , |

Non si tratta quindi di limitarsi ad acquistare qualche prodotto con marchio «bio» o «eco-solidale», ma piuttosto di impostare l’insieme di spese e investimenti con criteri di sostenibilità, cioè cercando di ridurre al minimo necessario l’uso di energia, materiali e imballaggi, i trasporti, la pubblicità.

«Your money or your life» («i soldi o la vita») si intitola un libro di successo di due ex manager statunitensi che hanno cambiato il loro stile di vita: hanno dimezzato il tempo di lavoro e i guadagni e raddoppiato la qualità di vita (www.yourmoneyoryourlife.org).

Quando si tratta di cambiare per esempio il frigorifero o il televisore, si esaminano le apparecchiature con il record dei bassi consumi nella classifica http://www.eurotopten.it («dieci migliori»): questi apparecchi costano in genere di più ma i loro più bassi costi di gestione permettono di recuperare in qualche anno i sovraccosti d’investimento e di profittare poi dei soldi risparmiati ogni anno.

Lo stesso vale per l’automobile: per esempio una Toyota Prius ibrida (benzina e elettrica) costa un po’ di più ma ha le più basse spese per il carburante: quasi la metà di quelle di un veicolo tradizionale.Gli stili di vita e consumo più sostenibili hanno due vantaggi: riducono i danni ambientali e sociali alla popolazione locale e globale, ma di ciò il singolo profitterà solo indirettamente, in piccola misura e a lunga scadenza; inoltre, stili orientati più al godimento e meno al consumo permettono di migliorare qui e subito la qualità della propria vita.

Fonte:
http://www.avvenire.it/Cultura/Bio+e+giusto+ci+guadagni+se+costa+di+pi_201003040911125670000.htm

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

E? nata SanremoWebRadio, la prima radio on line interamente dedicata …

Posted on March 4, 2010. Filed under: news italia | Tags: , , , |

La programmazione di SanremoWebRadio.it è articolata su centinaia di brani di quasi 150 artisti, tratti dai 60 anni di storia di Sanremo.

Spazio a tutti i vincitori del festival, da Marco Carta, che ha trionfato nel 2009 con «La forza mia», ad «Adesso tu» di Eros Ramazzotti (1986) passando per «Nel blu dipinto di blu» di Domenico Modugno (1958).

Ma ci sono anche i successi che, pur non avendo vinto il festival, sono stati apprezzati dal pubblico, da «Maledetta primavera» di Loretta Goggi del 1981 a «24mila baci» di Adriano Celentano del 1961.

Per quanto riguarda Sanremo 2010, fino alla serata del 16 febbraio i big saranno rappresentati su SanremoWebRadio.it dai successi del passato, come «Bruci la città» di Irene Grandi, «I bambini fanno ooh» di Povia, «Gelato al cioccolato» di Pupo e «Dove si vola» del vincitore di «X Factor» Marco Mengoni.

Fonte:
http://www.sorrisi.com/2010/02/13/e-nata-sanremowebradio-la-prima-radio-on-line-interamente-dedicata-al-festival/

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Home Notizie flash Giustizia/ La ‘sfida’ di Pomodoro: A Milano …

Posted on February 11, 2010. Filed under: news italia | Tags: , , , , , , |

E’ la “sfida” che si è data la presidente del Tribunale di Milano, Livia Pomodoro, che oggi ne ha parlato davanti alla commissione Giustizia della Camera impegnata nell’indagine avviata nell’ambito dell’esame del ddl sul ‘processo breve’.

L’abbattimento ulteriore dei tempi, ha spiegato, è legato al successo di molti progetti già in campo, soprattutto quelli di informatizzazione degli uffici: come i decreti ingiuntivi e le notifiche telematiche che sono una realtà “per i 6.500 avvocati che usano questo strumento”, e che peraltro generano risparmi di milioni di euro.

Sforzo che rende necessario disporre di risorse, anche “straordinarie”, per affrontare i problemi e cercare di risolverli, assieme all’esigenza di poter contare su “personale di qualità” e di una “continua assistenza informatica”.

Rilanciando anche l’idea di un network tra Tribunali per scambiarsi esperienze positive, “best practies”, e cercare così di “trovare soluzioni” alle inefficienze.

Fonte:
http://www.unita.it/notizie_flash/85593/giustizia_la_sfida_di_pomodoro_a_milano_processi_in_un_anno

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Cesare Pavese e il tormento del «qualcos’altro»

Posted on September 20, 2008. Filed under: news italia | Tags: , , , , , |

Cent’anni fa nasceva, a Santo Stefano Belbo, Cesare Pavese. Morto a soli quarantadue anni, in una stanza dell’albergo «Roma» di Torino, Pavese è stato per molti anni il fantoccio di una cultura piccola e provinciale, che ne ha fatto l’emblema di una retorica non sua. Col risultato di rimanere, sostanzialmente, uno scrittore sconosciuto. C’è chi, in anni più vicini a noi, ne ha biasimato l’incertezza come costruttore di edifici narrativi, fino a proporre divisioni sospette tra lo «scrittore» (spesso incompiuto) e l’«uomo» – astrazione suprema di chi non sta capendo. Ma cent’anni possono essere utili: sia a dissipare, almeno in parte, la protervia di chi vuole imporre le proprie chiavi di lettura, sia a rimettere il lettore volonteroso davanti a una grandezza che non ha bisogno di essere dimostrata.Cesare Pavese è stato uno dei più grandi scrittori, non solo italiani, del Novecento. Lo è stato innanzitutto per la sua scrittura: non elegante, non ben fatta, spinta sul limite dell’assenza di stile, del grado zero. Pavese non usò la letteratura per creare mondi fittizi, ma per mettersi a nudo, per scavare dentro di sé in modo umile e obbediente, col badile. Se le biografie ufficiali degli anni plumbei (che precedettero quelli di piombo) ce lo disegnano compostamente, laicamente ritirato nella sua morte perfettamente orizzontale, la sua opera è tutta divorata da un’imminenza che fu l’ansia, il tormento del grande scrittore.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=291827

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

I successi di Zapatero hanno il trucco

Posted on July 28, 2008. Filed under: news italia | Tags: , , , , , |

Viva Zapatero: nel 2005 era solo un film di Sabina Guzzanti, ma da allora è diventato un comandamento e non hanno più smesso di gridarlo. Il premier della sponda giusta idolatrato come un nuovo Principe dalle capacità taumaturgiche. Superatissimo Tony Blair, obsoleto e rottamato perché troppo americano. Ultimamente soltanto Obama sta riuscendo a insidiare il primato del leader spagnolo nella speciale classifica pavoni. Ma deve ancora farsi. Sempre più enfasi, sempre più prostrazione, per Zapatero. Il suo modello ormai portato ad esempio planetario, al vago sapore di miracolo sociale. E lui, il Principe, ogni volta pronto a rimarcarlo. A farlo pesare. Ovviamente non ha mancato di farcelo notare, con quel suo sorrisino sarcastico da Mister Bean, pure all’indomani degli Europei di calcio: «Abbiamo sorpassato l’Italia, in tutto». È mancato il tiè, ma il faccino da capoclasse lo lasciava chiaramente intuire.Come tutti i Principi, ma anche come il caposcuola della propaganda nazionalista Joseph Goebbels, Zapatero fa un uso dello sport altamente propagandistico. Ne ha qualche motivo: i dati dell’economia non può più sventolarli sotto al naso di nessuno, anche perché tutti hanno compreso come fossero semplice conseguenza di una spaventosa bolla immobiliare. Sì, adesso che ha costruito più di qualunque altro Paese europeo, la Spagna s’è accorta improvvisamente di un fastidioso dettaglio: nessuno compra più case.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279206

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...