La sfida straniera che aspetta

Posted on August 2, 2008. Filed under: notizie milano | Tags: , , , , |

La scelta del consiglio di sorveglianza di Mediobanca «di proceduralizzare» il ritorno ad una tradizionale forma di governo della società ci sembra saggia per la prudenza e per la determinazione. La prudenza è legata ad una capacità di ascolto anche verso quei manager scelti a suo tempo e peraltro figli autorevoli della nidiata Cuccia-Maranghi. La determinazione è a sua volta legata ad una decisione irrevocabile degli azionisti e cioè l’abbandono del cosiddetto sistema duale che prevede un consiglio di gestione e un consiglio di sorveglianza. Subito si è scatenato un dibattito che ha visto i maggiori opinionisti dividersi in guelfi e ghibellini secondo la migliore tradizione italica. C’è chi ha detto tutto il male possibile dell’uno e dell’altro sistema e chi ne ha tessuto alternativamente le lodi.

In entrambi i casi vi sono state esagerazioni come sempre accade quando c’è di mezzo il tifo. A costo di apparire democristiani, noi riteniamo che entrambe le forme di «governance» possono, di volta in volta, essere delle scelte positive o negative. Come si sa, infatti, le idee camminano sulle gambe degli uomini e i loro comportamenti possono stravolgere le migliori intenzioni o al contrario trasformare in bene ciò che era partito male. Nel dibattito sulla «governance» societaria, infatti, si rincorrono e si intrecciano una serie di valori tutti da tutelare.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280329

Advertisements
Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Il Comune manda a letto la «Movida» all’una di notte

Posted on August 2, 2008. Filed under: nbc news | Tags: , , , , , , , , , |

L’una di notte: è questo il nuovo termine posto dal Comune di Genova alla movida. «Cerchiamo di rispettare le esigenze di tutte le generazioni di genovesi», ha detto l’assessore Gianfranco Tiezzi presentando la regolamentazione che è stata imposta agli esercizi commerciali: la chiusura alle due riguarda i pubblici esercizi, compresi circoli, phone center, alimentari da asporto. Nel centro storico, in particolare, il termine di chiusura dei locali è fissato all’una, fatta eccezione per le sere di venerdì e sabato. Il divieto di vendita di bevande in contenitori di vetro e metallo dalle ore 22 alle 6 del mattino è stato inoltre esteso a tutta la città. L’ordinanza vivrà un primo periodo di sperimentazione e diventerà pienamente operativa a partire dal primo ottobre: dopo cinque sanzioni nell’arco di 12 mesi è prevista la revoca della licenza.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=280488

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Boom di rimandati, la scuola chiede ripetizioni ai parroci

Posted on July 30, 2008. Filed under: news su internet | Tags: , , , , , , , , |

Chiedere aiuto alle parrocchie per non lasciare soli i ragazzi nel recupero delle materie scolastiche. Questa l’iniziativa del preside dell’istituto «Deambrosis-Natta» di Sestri Levante, Ainino Cabona, che preso atto delle difficoltà degli istituti a consentire un completo recupero delle lacune degli studenti, ha scritto alle parrocchie della diocesi di Chiavari. L’obiettivo? Trovare un folto gruppo di giovani volenterosi e bravi a scuola che possano dare una mano ai coetanei in difficoltà nello studio delle materie oggetto degli esami di riparazione, per sanare le insufficienze e scongiurare la bocciatura. Già, perché da quest’anno gli istituti aspettano al varco gli studenti a settembre, stabilendo solo nel corso degli esami se i debiti sono stati recuperati con la promozione alla classe successiva, oppure se il permanere delle incertezze debba portare alla spiacevole rimandatura.Quando la scuola da sola non ce la fa, ecco allora che arrivano in soccorso le parrocchie. «Gli istituti – spiega Cabona – hanno organizzato i corsi all’incirca fino alla metà di luglio, come da direttive ministeriali. Ma gli esami si terranno a ridosso di settembre, quindi i ragazzi per oltre un mese vengono lasciati soli». Una solitudine che dovrà essere colmata in molti casi dalle famiglie, ricorrendo alle ripetizioni private. I corsi, vuoi per la quantità degli studenti che li devono frequentare, vuoi per l’esiguo numero di ore che è stato possibile programmare, si rivelano insufficienti.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279750

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Polvere di stelle sotto la Madonnina

Posted on July 30, 2008. Filed under: notizie milano | Tags: , , , , , |

U n bel settembre attende i cinefili e in genere gli amanti del cinema a Milano. L’Assessorato al Tempo Libero del Comune, infatti, in collaborazione con le diverse realtà cittadine, ha deciso di incasellare le diverse iniziative (festival, rassegne, eventi e così via) sbocciate in questi anni in maniera libera e piuttosto disorganica, in un unico contenitore, un’etichetta che da quest’anno andrà sotto il nome di «Milano Settembre Cinema».«L’idea che ci ha guidato nella costruzione del progetto – spiega l’assessore Giovanni Terzi – è stata quella di mettere in rete tutto quello che la città fa per il cinema e sul cinema, senza fanfare e tappeti rossi, ogni anno, in maniera concreta e pragmatica».L’anno scorso, sottolinea ancora Terzi, il progetto Festivall, vale a dire il «Festival di tutti i Festival», dei documentari ma non solo, aveva avuto «un discreto successo» e quindi si riparte da quell’esperienza. Nello specifico, il programma si dipanerà lungo tutto il mese, ruotando attorno a una serie di appuntamenti-cardine. In primis, la «Panoramica», vale a dire i film presentati tanto al Festival di Locarno quanto alla Mostra del cinema di Venezia. Non solo, quest’anno Milano Settembre Cinema presenterà due film presenti nel cartellone veneziano prima del passaggio nella «Panoramica». Chiusa quest’ultima, l’Anec Lombardia ha deciso di cavalcare l’onda dell’entusiasmo cinefilo varando, per il 15 e 16 settembre, una Festa del cinema che permetterà a tutti di entrare nelle sale convenzionate pagando solo 2 euro.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279714

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

L’ippica è sempre in agonia con la benedizione dei politici

Posted on July 29, 2008. Filed under: new web | Tags: , , , , , , , , |

Nel Far West oltre 30mila cavalli da abbattere. Questa la notizia apparsa sul Corriere della Sera del 21 luglio scorso, con un reportage a firma di Ennio Caretto. Storia, purtroppo vera e non inventata. Ricordate tutti immagino, i primi, immediatamente famosi film western che hanno nutrito la fantasia di noi poveri italiani usciti da una guerra mondiale disastrosa, con le praterie, gli indiani i banditi e lo sceriffo, quasi sempre il buono della situazione che, malgrado le peripezie e vicissitudini più terribili, alla fine trionfava e ristabiliva la legge e la legalità. Nel servizio si parla di eutanasia, per usare un eufemismo al posto di abbattimento di questi cavalli selvaggi che pare diano un grande fastidio agli allevatori di bestiame vaccino, per i supposti danni che causano ai grandi pascoli. Il dibattito è aperto, ne seguiremo la fine, naturalmente il fatto sta provocando interesse, grandi discussioni e sollevazioni di tutti i tipi.Da noi, se le cose andranno avanti come si stanno prospettando lo stesso problema l’avremo con l’allevamento del Cavallo Trottatore Italiano, con la differenza che nessuno ne parlerà, non certamente grandi quotidiani, né tanto meno firme prestigiose del giornalismo nostrano. Cosa possiamo fare perché questo non accada? Ottima domanda da un milione di dollari, si diceva una volta, ancora valida anche se il dollaro è ampiamente svalutato. Temo purtroppo molto poco. Siamo completamente nelle mani di una politica imbelle che non sa fare altro che combinare pasticci e al di sotto della crosta riemergono anche nella nuova coalizione al comando pulsioni e vizi che pensavamo o quanto meno speravamo fossero definitivamente spariti.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279472

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

La tragedia di Bergamo Uccide l’ex fidanzata e poi parte per le ferie

Posted on July 29, 2008. Filed under: nbc news | Tags: , , , , , , , , , , , |

nostro inviato a BergamoUn silenzio quasi irreale, di una città che sembra già chiusa per ferie. Le tapparelle serrate quasi ad ogni piano, il cancello sbarrato a proteggere il silenzio di un condominio colorato di un verde sbiadito. Né ricco né povero, ai limiti del centro, ma nemmeno in periferia, una manciata di palazzine,una sessantina di famiglie che ci vivono e si conoscono, sì ma non troppo. Via Pizzo Recastello numero 18, Bergamo bassa. Qui, scala C, in un appartamento uguale a tutti gli altri la scorsa notte la polizia ha trovato il cadavere di una ragazza.Aveva 27 anni, faceva la commessa all’Auchan, si chiamava Barbara Brandolini. Uccisa, morta soffocata, dice il medico legale. Era stesa sul letto, in casa dell’ex fidanzato. L’assassino l’ha coperta con un piumino, poi ha chiuso a chiave la porta della camera. Quante analogie, sembra di rivedere Meredith sgozzata nella sua casa di Perugia, anche lei nascosta sotto una coperta dal suo carnefice. Poi come non pensare al giallo d’estate – è il periodo – la mente torna a Chiara, a Garlasco, a tutto quel sangue e a un omicida ancora senza nome. Stavolta non ci sarà dei bisogno dei Ris, delle impronte, dei Taormina di turno o delle indagini tv: l’omicida ha già un nome e nonostante i due giorni di vantaggio sugli investigatori è finito in manette. Si chiama Massimiliano Pippia, ventitreenne senza né arte né parte, una vita in nome della canna e un assegno mensile da “invalido”.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279407

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

La telefonata con Berlusconi

Posted on July 29, 2008. Filed under: questa italia | Tags: , , , |

(…) Mentre Marina si guarda intorno e apprezza le specialità gastronomiche della Liguria, gli amaretti, le acciughe salate, le trenette, squilla il cellulare e all’altro capo c’è papà Silvio. Lei, carinissima, gli dice che è a Portovenere nel negozio dove sono stati insieme, lui ricorda tutto, l’ubicazione del negozio, le specialità, la signora (mia mamma) ed il figlio sommelier, Antonello, che fece il servizio al G8 a Genova ed insieme finirono su Blob a causa dello sciacchetrà.Chiede a Marina di salutarci, Marina ci passa il cellulare e inizia il sogno: sempre il solito, caloroso, entusiasta, comunicatore, chiedo: presidente l’aspettiamo, ci fa una sorpresa? Risponde che sì, ha voglia di tornare a Porto Venere, ha dei bei ricordi, vuole riabbracciarci tutti. Restituisco il cellulare a Marina, sono ancora imbambolata e anche se ormai fuori è buio, spunta il sole. Grazie presidente.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=279530

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...