Bruni: contro la crisi, imprese più responsabili

Posted on February 10, 2010. Filed under: Uncategorized | Tags: , , , , |

Per questo Luigino Bruni, professore di Economia Politica all’Università Bicocca di Milano, trova le parole in difesa dell’occupazione pronunciate all’Angelus da Benedetto XVI «perfettamente in linea con la concretezza del suo magistero» e «importanti nella fase di crisi che stiamo attraversando».Il Papa ha incoraggiato a «fare tutto il possibile per tutelare e far crescere l’occupazione».

Si vive e si muore nelle scelte di ogni giorno: scelte che hanno sì a che fare con la società e con la famiglia, ma anche con il lavoro.

Per superare la visione dualistica che caratterizza il paradigma economico attuale e che ha contribuito a scatenare la crisi: quella che contempla un mercato libero per far soldi e uno Stato assistenzialista per pagare i costi sociali.

E in questo la politica gioca un ruolo fondamentale.In che modo’Studiando un sistema che aiuti le cooperative e le associazioni a non occuparsi solo di cura della persona ma anche di ambiente, cultura, prevenzione, turismo.

Fonte:
http://www.avvenire.it/Economia/Bruni+contro+la+crisi+imprese+pi+responsabili_201002020743123600000.htm

Advertisements
Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Nuovo governo L’Ue ora è pronta ad accogliere l’Islanda in crisi

Posted on January 31, 2009. Filed under: leggi internet | Tags: , , , , , , |

Mano tesa dell’Unione europea all’Islanda, colpita da una gravissima crisi finanziaria che ha travolto il governo conservatore, al potere da 18 anni, ed ha portato il piccolo Paese nordico sull’orlo della bancarotta. Se il nuovo governo di Reykjavik che uscirà dalle elezioni anticipate del maggio prossimo lo vorrà, l’Islanda potrebbe diventare il ventottesimo stato membro dell’Ue entro un paio d’anni, grazie ad una procedura rapida che risparmierebbe all’isola nordica i lunghi negoziati per l’adesione.Il commissario europeo all’Allargamento, Olli Rehn, ha annunciato al quotidiano britannico «The Guardian» che il crescente interesse di Reykjavik verso l’Ue potrebbe infatti sfociare in un’adesione già nel 2011, assieme alla Croazia.La prossima mossa spetta dunque agli islandesi, che da sempre rifiutano orgogliosamente l’adesione all’Ue pur di non consentire agli stranieri di pescare nelle proprie acque territoriali e pur di non armonizzare una serie di leggi molto protezionistiche.

Fonte: http://www.ilgiornale.it/a.pic1?ID=325060

Read Full Post | Make a Comment ( None so far )

Liked it here?
Why not try sites on the blogroll...